Home / Storia

Storia

Il nostro istituto nasce come scuola privata nel 1926. La sede è a Civitanova Marche, presso il Palazzo Lombardi in corso Vittorio Emanuele. Diventa scuola statale dal 1 ottobre 1933, con decreto firmato da Vittorio Emanuele III ,Re d’Italia, mantenendo l’originale denominazione di Regio Istituto Tecnico inferiore “Rosa Maltoni Mussolini”. Nell’Istituto viene costituito un corso inferiore completo ad indirizzo generico, quadriennale.
Nel 1938 la sede viene trasferita a Civitanova Alta, presso il Palazzo Sabatucci e, nello stesso anno, viene istituito il corso superiore, sempre quadriennale.
Il funzionamento dell’Istituto procede regolarmente ad eccezione dell’anno scolastico 1943-44, anno in cui la pubblicazione del bando di chiamata alle armi, per la guerra in atto, crea scompiglio tra gli otto iscritti al 4° anno del corso superiore, che comunque, anche se in momenti diversi, conseguono tutti l’abilitazione.

Nel 1947-48 viene introdotta nell’ordinamento scolastico italiano la nuova scuola media a carattere triennale. Vengono soppresse le scuole di avviamento al lavoro e a Civitanova Marche nasce la Scuola Media ” E. Mestica “.
Nell’I.T.C., ora intitolato a Filippo Corridoni, viene soppresso il corso inferiore quadriennale e viene istituito, in virtù delle nuove disposizioni, il corso quinquennale.
Negli anni successivi il numero degli iscritti cresce costantemente, tanto da richiedere, per accoglierli tutti, più sedi dislocate in vari punti della città alta: il Palazzo Ciccolini, la Casa della Fanciulla, il Comune.
All’iniziale corso si affiancano l’indirizzo Programmatori (1985) e il corso P.A.C.L.E. (1986).

Dall’anno scolastico 1992/ ’93 occupa la nuova sede costruita in località Sabbioni (Contrada Asola).
Si tratta di un edificio molto funzionale, costruito con le più avanzate  tecniche edilizie e ben rispondente alle esigenze didattiche di una scuola che voglia essere all’avanguardia nella preparazione professionale dei suoi alunni.
Alla sua realizzazione, auspicata ed aspettata da tanti anni, contribuì, in modo determinante, l’impegno e l’attivo interesse del compianto Preside Pietro Fulvi. Apprezzato insegnante, nello stesso Istituto, di materie tecnico-professionali negli anni scolastici dal 1970/’71 al 1982/’83, assolse alle funzioni di Preside dal 1984/’85 al 1988/’89. In questa veste si adoperò instancabilmente presso le competenti autorità cittadine, provinciali e nazionali, perché si scegliesse la sede dove ubicarlo, si approvasse il disegno e si stanziassero i fondi necessari.